ANAPIA Regionale del Veneto Impresa Sociale s.r.l. di recente costituzione (10/05/2012), non ha scopo di lucro e si propone di realizzare finalità d’interesse generale, attraverso l’esercizio di attività economiche organizzate al fine della produzione e dello scambio di beni e servizi di utilità sociale ed ha per oggetto lo svolgimento di attività di formazione e di orientamento scolastico e lavorativo. Il 24/05/2012 acquisisce per “cessione d’azienda” le attività di A.N.A.P.I.A. Regionale del Veneto Associazione dalla quale “eredita” le finalità che sono quelle di “provvedere alla formazione professionale, culturale e civica dei lavoratori nonché delle persone di tutte le categorie, con particolare riguardo al settore dell’industria, dell’agricoltura, del commercio e dei servizi ivi compreso il settore sociale”.

A.N.A.P.I.A. era stata promossa dall’UCI (Unione Coltivatori Italiani) ed ha operato sul territorio veneto dal 1972 come unità operativa della sede nazionale.

Nel 1991 viene fondata ANAPIA Veneto, che si costituisce soggetto autonomo aderente all’omonimo organismo nazionale e con decreto del Presidente della Giunta Regionale n° 2525 del 24.12.1993 viene formalmente riconosciuta come Ente di formazione in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa in materia (L. 845/78 e art. 11 L.R. 10/90).

Nel 1997 ANAPIA Veneto diventa la struttura formativa di riferimento, in ambito regionale, della CO.P.AGRI. del Veneto - Confederazione dei Produttori Agricoli - confederazione che riunisce alcune organizzazioni di categoria, tra le quali la stessa UCI, in rappresentanza di oltre 15.000 aziende agricole.

Nel 2002 viene costituita A.N.A.P.I.A. Regionale del Veneto Associazione con lo scopo di proseguire l’attività statutaria della preesistente ANAPIA Veneto. Sulla base dell’atto di cessione d’azienda sottoscritto, ANAPIA Veneto cede ad A.N.A.P.I.A. Regionale del Veneto i rami d’azienda progettazione e gestione corsi, il riconoscimento di idoneità ai sensi dell’art. 11 L.R. 10/90 e tutta la propria struttura organizzativa.

L’Ente opera prevalentemente in convenzione con la Regione Veneto e il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, che mettono a disposizione fondi regionali, nazionali e comunitari, contribuendo così allo sviluppo delle politiche formative territoriali.

La struttura, sviluppatasi in forma sempre più dinamica e flessibile, è composta da uno staff dirigenziale ed operativo competente ed ha registrato un costante incremento delle attività nonché un consolidamento della propria posizione nel settore della formazione professionale e dell’orientamento.

Tali risultati sono stati raggiunti grazie ad un’attenta individuazione dei percorsi formativi, ad una oculata scelta del corpo docente, composto da specialisti con particolari attitudini nel coniugare lo “stare in aula” con la “realtà del mondo del lavoro”.

L’Ente sviluppa le proprie attività sia in settori economico-produttivi, sia in ambito sociale, coinvolgendo diverse tipologie di utenza: imprenditori, lavoratori dipendenti da riqualificare, disoccupati, inoccupati, neolaureati e neodiplomati, operatori di enti pubblici, soggetti in situazione di svantaggio sociale.

csQa
Il contesto
La complessità e la dinamicità dell’attuale ambiente economico-sociale sollecitano lo sviluppo ed il consolidamento di un modello di formazione professionale e di orientamento al lavoro strettamente correlato ai fabbisogni del sistema delle imprese e della società.

Le tematiche connesse allo sviluppo dei processi formativi sono infatti sempre più collegate alla dinamicità dei cambiamenti normativi, produttivi, organizzativi, tecnologici, di mercato cui sono sottoposti i diversi comparti produttivi e le singole realtà aziendali.

È in questo contesto che si inserisce l’attività di ANAPIA Regionale del Veneto, volta a fornire servizi che devono essere in grado di esprimere una immediata risposta ai bisogni sopra evidenziati, sia a livello territoriale che settoriale, fornendo un fattivo ed efficace contributo alla riduzione del miss-matching occupazionale ed alla qualificazione /riqualificazione delle risorse umane.

La mission di ANAPIA Regionale del Veneto

ANAPIA Regionale del Veneto nasce con l'obiettivo di fornire al territorio servizi di formazione professionale, di orientamento e di ricerca e sperimentazione altamente qualificati e di proporsi come partner per tutti coloro che operano in tali ambiti e cercano un valido appoggio per lo sviluppo delle attività ad essi connesse.

ANAPIA ha la convinzione che “l’evoluzione e lo sviluppo dei propri clienti e la crescita personale e professionale degli utenti sia fonte di sviluppo dell’Ente e più in generale della società e del territorio in cui opera”.

ANAPIA assume questa convinzione quale propria mission d’azienda.

A fronte di questa mission ANAPIA, definisce una politica della qualità, nell’intento di stabilire indirizzi generali ed impegni concreti per il conseguimento dell’eccellenza organizzativa e dell’efficacia dei risultati dei servizi realizzati nell’ottica individuata dalla propria mission.

Il servizio di erogazione di ANAPIA non si esaurisce quindi nella sua pura e semplice esecutività, ma intende fornire ai propri clienti e utenti una serie di plus che diano valore aggiunto al servizio proposto.

A conferma di questa mentalità, artefice dei buoni risultati finora raggiunti, ANAPIA si è specializzata nell’erogazione di un’ampia offerta di servizi formativi e di orientamento, rivolta a ogni categoria di utenti.

ANAPIA è alla costante ricerca di nuove metodologie e percorsi formativi in grado di rispondere alle esigenze di crescita professionale e culturale sia di chi è in attività sia di quanti invece nel mercato del lavoro devono inserirsi o reinserirsi.

In questa logica dinamica, ANAPIA aumenta costantemente il proprio know-how, servendosi di personale altamente qualificato e di tecnologie aggiornate e innovative per rispondere concretamente ai reali bisogni formativi dei propri utenti, per soddisfare i quali ANAPIA  ha studiato, suggerito e avviato fattivi canali informativi.

Nella consapevolezza delle difficoltà che il raggiungimento degli obiettivi prefissati comporta, ANAPIA si prefigge una politica di miglioramento continua e monitorata, che le permetta il raggiungimento il conseguimento di livelli di assoluta efficienza ed eccellenza.

Le strategie

Le strategie messe in atto sono rappresentate da una gestione aziendale basata sul miglioramento continuo inteso come miglior impiego delle risorse, erogazione del servizio, gestione e misurazione del processo, al fine di fornire alla Direzione elementi per valutare il raggiungimento degli obiettivi.

Inoltre ANAPIA intende stipulare e stringere alleanze, ovvero collaborazioni, con altri partner o stakeholder per lo sviluppo di nuove politiche commerciali ed attivare aperture a nuovi mercati.

Gli obiettivi

L’obiettivo generale è rappresentato dalla volontà di favorire lo sviluppo della cultura della formazione, quale strumento di promozione della persona, e di fornire un servizio in linea con le richieste del mercato e le aspettative dei clienti e degli utenti che implichi come conseguenza:

# stringere rapporti consolidati con il cliente/utente;
# un effetto virtuoso di passa-parola tra
    clienti/utenti;
# la fornitura di un servizio di elevata
   professionalità;
# il miglioramento dell'immagine di ANAPIA;
# favorire una più marcata e qualificata visibilità sul
    territorio del sistema di formazione professionale.

Gli Strumenti

Gli strumenti utilizzati da ANAPIA al fine di raggiungere l’obiettivo generale sono basati sullo sviluppo del Sistema Qualità e sul suo mantenimento vivo e diffuso a tutti i livelli aziendali. Inoltre vengono definiti obiettivi specifici, intesi come esplicitazione degli obiettivi generali, divulgati e condivisi da tutte le funzioni aziendali.

Il Riesame della Direzione, effettuato di norma annualmente, è finalizzato a valutare il grado di raggiungimento dell’obiettivo generale e la validità ed attualità della Politica della Qualità.

Strumento fondamentale è rappresentato dalla crescita delle risorse umane che, perseguita attraverso un’ efficace attività di formazione professionale, permette ad ogni operatore di ANAPIA, grazie allo sviluppo della propria capacità preventiva di risolvere i problemi e di lavorare fattivamente per il raggiungimento degli obiettivi di qualità aziendale.

Risorse umane e struttura organizzativa

La struttura organizzativa di ANAPIA Regionale del Veneto impresa sociale srl, nell’ambito della quale ruoli e responsabilità sono definiti e formalizzati, si articola con le seguenti modalità:

# Area della direzione, nell’ambito della quale operano il Consiglio di Amministrazione, il Presidente CdA e il Direttore dell’Ente
# Area dell’erogazione dei servizi formativi, articolata nei due settori peculiari dell’Ente: settore Fondo Sociale Europeo/Orientamento e Settore Primario; ad ognuno dei due settori è preposto un coordinatore di settore, al quale fanno riferimento i diversi coordinatori di progetto
# Servizi di progettazione, amministrazione e segreteria, la cui operatività è vincolata alla responsabilità diretta del Direttore dell’Ente
# Funzioni di staff, direttamente afferenti al Consiglio di Amministrazione: assicurazione di qualità e servizi di sicurezza e prevenzione
# Delega speciale per i rapporti con i settori agroalimentare e ambientale: stante la peculiarità dell’Ente, promosso da un’organizzazione professionale agricola e attuale struttura formativa di riferimento in ambito regionale della Confederazione dei Produttori Agricoli del Veneto (Co.P.Agri.), risultano strategici lo sviluppo e il mantenimento di relazioni “forti“ con il Settore Primario.

La struttura organizzativa sopra descritta viene schematizzata nell’organigramma funzionale di seguito rappresentato.

organigramma anapia

L’Ente, stante la spiccata dinamicità necessaria alle risorse umane (sia da un punto di vista quantitativo che di mutevolezza dei profili professionali) per rispondere alle esigenze specifiche del settore formativo, e per adeguarsi ai vincoli derivanti dalla tipologia di risorse economiche prevalenti (finanziamenti “a progetto” derivanti dalla partecipazione a bandi pubblici e non finanziamenti “alla struttura”), caratterizza la propria gestione delle risorse umane attraverso:

# ricorso limitato al rapporto di lavoro dipendente;
# creazione e mantenimento di una rete molto ampia di collaborazioni professionali stabili (con caratteristica di durata nel tempo e di condivisione degli obiettivi e strategie aziendali);
# gestione di una parte significativa delle proprie attività formative attraverso la stretta collaborazione con una struttura socia; con tale struttura, che sulla base del vincolo societario è di fatto un soggetto “interno” all’ente, ANAPIA condivide le finalità di promozione socio-economica dei territori e dei lavoratori, metodologie di lavoro e la costante attenzione alla realizzazione di prodotti formativi di qualità.

ANAPIA Regionale del Veneto, ad esclusione dei docenti, conta attualmente 12 collaboratori stabili (dipendenti e collaboratori individuali con un impegno pluriennale e superiore alle 300 ore/anno) con un monte ore/anno complessivo di impegno di circa 18.000 ore.